Ternate, 19.03.2020

 

Cari Ternatesi,

 

Vi scrivo, a distanza di pochi giorni dalla comunicazione in merito al nostro Concittadino risultato positivo al tampone del Coronavirus COVID-19, per richiamare ognuno di noi all’auto-responsabilità, secondo le indicazioni del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

 

Auto-responsabilità vuol dire che, a prescindere da qualsiasi attività di vigilanza e di sanzione realizzata dalle Autorità preposte, ciascuno di noi è tenuto a rispettare rigorosamente le disposizioni governative, regionali e comunali, ma non solo: auto-responsabilità significa anche – e soprattutto – che ognuno di noi deve comportarsi in maniera responsabile, assumendosi il rischio delle conseguenze delle sue azioni, conseguenze che possono essere molto pericolose.

 

In un momento come questo è da irresponsabili uscire liberamente – senza necessità di lavoro, salute o altre esigenze indifferibili (per esempio la spesa settimanale) – per il semplice gusto di prendere una boccata d’aria o fare un po’ di attività fisica. Non è questo il momento dello svago. Adesso è il momento di stare in casa, di non uscire dal confine del proprio giardino e di fare tutte quelle cose che proprio in casa possono essere fatte.

 

In un momento come questo, anche se la preoccupazione è normale e condivisibile, è pur sempre da irresponsabili interessarsi – fino a sconfinare nel pettegolezzo – all’identità di chi è stato colpito dal virus, al punto da ricercare notizie provenienti da fonti non ufficiali, con il rischio di reperire informazioni totalmente false o comunque distorte. Per questo vi esorto ad attenervi solo ai comunicati ufficiali del Comune e delle altre Istituzioni e a non dare credito ai messaggi scritti e vocali e ai post che non provengono da fonti ufficiali e hanno il solo scopo di fomentare l’allarmismo oltre ogni decenza.

 

Vi ho detto che non posso indicarvi il nominativo del nostro Concittadino contagiato e lo ribadisco: la privacy è un diritto da tutelare a ogni costo, anche perché, oltre al malessere fisico, la divulgazione del nome potrebbe comportare un consequenziale turbamento psicologico da cui il nostro Concittadino e la sua famiglia hanno parimenti il diritto di essere preservati.

Mi sento in dovere di darvi la notizia che il nostro Concittadino sta bene, cos' come i suoi familiari in sorveglianza sanitaria, augurando loro una pronta guarigione.

Ciò detto, devo aggiungere che il Comune non è competente alla trattazione dei casi di contagio, che sono rimessi al medico di base e all’Agenzia di Tutela della Salute dell’Insubria (ATS Insubria): costoro sono in possesso delle competenze necessarie ad assicurare una corretta gestione dei casi di contagio e sono tenuti al rispetto delle procedure e dei protocolli previsti per assicurare la guarigione del paziente da un lato e la prevenzione della diffusione del contagio dall’altro.

Responsabilità, in momenti come questi, significa anche nutrire rispetto e fiducia proprio verso le Istituzioni: fiducia nel Comune per quanto gli compete, fiducia nella Regione e nel Governo nazionale che stabiliscono le misure adeguate all’emergenza, ma rispetto altresì per le Istituzioni chiamate a occuparsi degli aspetti sanitari.

Questo non è il momento per sollevare sospetti, per discutere e per insinuare dubbi. Questo è il momento dell’auto-responsabilità. Questo è il momento in cui ognuno deve fare – e farlo bene! – quello che gli è richiesto, il proprio piccolo passo per portare a casa un risultato che sarà patrimonio di tutti: il debellamento dell’epidemia.

Un caloroso grazie a tutti Voi per l'impegno e la determinazione che sono sicuro continuerete a mantenere per nostro bene più prezioso, LA SALUTE.

 

#andràtuttobene

 

IL SINDACO

Lorenzo Baratelli

 

____________________________________________________________________________________________________

Alla Cittadinanza

                                                               

Ternate, 17 marzo 2020

 

Carissimi Ternatesi,

ATS Insubria (Agenzia di Tutela della Salute dell’Insubria) mi ha informato, in data odierna, che un nostro Concittadino è risultato positivo al tampone del Coronavirus COVID-19.

Per ovvie e comprensibili ragioni di riservatezza, non mi è possibile comunicarVi il nominativo della persona in questione, tuttavia ho ritenuto fosse mio dovere di Sindaco informarVi della notizia pervenutami, anche e soprattutto al fine di rassicurarVi sulle modalità di gestione dell’emergenza onde evitare inutili allarmismi: preciso che le autorità sanitarie competenti si sono attivate per ricostruire puntualmente i contatti avuti dal nostro Concittadino nelle ultime settimane al fine di predisporre tutte le misure idonee in termini di prevenzione e contrasto della diffusione del virus.

Al di là di ciò, raccomando a ognuno di voi la necessità di seguire scrupolosamente le indicazioni contenute nei molti provvedimenti che il Governo ha adottato nei giorni scorsi: restate a casa più che potete, uscite solo ed esclusivamente per motivi di lavoro, di salute o per le strette necessità. Ricordate che l’unico modo per sconfiggere il virus è ridurre al minimo i contatti sociali.

Tutti insieme, distanti ma uniti, possiamo farcela!

 

IL SINDACO

Lorenzo Baratelli

 

Ultime notizie

Convocazione CONSIGLIO COMUNALE del 24.09.2020

Il Consiglio Comunale è convocato in seduta ordinaria il giorno 24 settembre 2020, ore 20.45, presso la sala Consiliare di p.zza Libertà n. 19, per la discussione dell'allegato ordine del giorno.

Taglio piante in prossimità di linee elettriche di alta tensione

Informativa da parte della società TERNA Rete Italia

Contributo per servizio nido e scuola dell'infanzia

CONTRIBUTO PER SERVIZIO NIDO E SCUOLA DELL’INFANZIA

 

Vuoi inviare una segnalazione di inaccessibilità di questo sito web?

Invia segnalazione

 

Torna all'inizio del contenuto